consorzio vini cortona Con il Contributo di :
Consorzio Vini Cortona

Tabula Cortonensis: a Cortona il documento più antico del vino

E’ il primo atto notarile della storia del vino. La Tabula Cortonensis, reperto storico del II secolo a.C., è uno dei documenti più importanti per tutta la storia etrusca. La terza iscrizione giunta a noi più lunga per contenuti. Vi si legge di Petru Scevas che cede dei terreni pregiati a vigna ai Cusu, figli di Laris. Oltre alle dettagliate misure del terreno e delle viti, la tavola ricorda l’importanza del vino, non prodotto di sostentamento, ma già all’epoca uno status che ogni famiglia ricca doveva avere. Sarà proprio la Tabula Cortonensis il primo documento ad aprire la mostra Arte e Vino che dal 12 aprile e fino al 15 agosto si svolgerà a Verona, al Palazzo della Gran Guardia. Un evento collegato ad Expo che vedrà ripercorrere attraverso l’arte tutta la storia del vino che parte proprio da Cortona. Il Maec (il Museo dell’Accademia etrusca e della città di Cortona), ha infatti predisposto per questa esposizione altre opere oltre alla Tabula. Tra queste anche una Oinochoe e una calice in bucchero del VI sec. a.C. oltre al Miracolo di San Benedetto, un olio su tela di Baccio Ciarpi 1610 d.C.

 

«Un’occasione importante per tutti i produttori di vino a Cortona – commenta il presidente del Consorzio Vini Cortona, Marco Giannoni – che oltre a mettere in evidenza l’importanza e la storicità di questo prodotto nel nostro territorio, ci permette di essere presenti in un grande evento che è collegato a Expo e che vuole raccontare il vino passando per l’arte, concetto che da sempre noi sposiamo». Dalla figura di Bacco, dio dell’ebbrezza e della follia, agli episodi del Vecchio e del Nuovo testamento, dai piaceri dei sensi alle rappresentazioni dei mesi e delle stagioni attraverso il lavoro in vigna, sono numerosissimi e antichissimi i legami tra il vino e la cultura italiana.

 

A proposito di etruschi, ha riscosso grande successo il concorso lanciato dal Consorzio Vini Cortona al proprio stand al Vinitaly. “Vinci Cortona – una foto con l’etrusco”, questo il titolo del concorso che vede protagonista Selvans, divinità etrusca custodita al Maec. Una sagoma “rivisitata” con un calice di Cortona Doc in una mano, che per tutta la fiera ha attirato i visitatori che scattandosi una foto e postandola su facebook entro il 29 marzo, potranno vincere un fine settimana a Cortona alla scoperta della Doc, ospiti del Consorzio che in collaborazione con la Strada dei Vini di Cortona ha messo in palio un pernottamento presso “Hotel San Michele”,


Allegato: 06 Vini Cortona dopo vinitaly gli etruschi.doc

Le aziende

Cortona

Gente del vino

La Strada

Maec

Banca Popolare di Cortona

FISAR